Pubblicato il

Antipasto di cavolfiore

in questa ricetta si deve sentire il gusto dell’aglio

Una nuova ricetta,l’antipasto di cavolfiore non è un piatto italiano,ma ha origini romene,mi è stato insegnato da mia suocera.

In Romania si usa molto mangiare piatti molto saporiti a aglio e cipolla.

Mi è stato insegnato proprio per non gettare via il cavolfiore lessato quando avanza e nessuno lo vuole più.

L’antipasto di cavolfiore è molto appetitoso e nutriente ma ve lo consiglio soprattutto se amate l’aglio.

Continua a leggere Antipasto di cavolfiore

Pubblicato il

Mangiare il cioccolato fondente fa bene

Chiamato “il cibo degli dei” il cioccolato fondente è buono e fa bene alla salute.

Non posso proprio farne a meno,forse abitudine o forse un vizio,dopo i pasti,ma soprattutto dopo il pranzo mi mangio sempre due bei quadrati di ciocco fondente.

Mi da un senso di “soddisfazione”al palato,il vizio del cioccolato l’ho trasmesso anche al mio bambino e al mio compagno,che prima mangiava delle barrette al latte talmente dolci da nauseare.

Oggi la mia famiglia è una grande consumatrice di cioccolato fondente.

Come già vi ho detto ha molteplici punti positivi:

Continua a leggere Mangiare il cioccolato fondente fa bene

Pubblicato il

Torta allo yogurt

Buona giornata oggi vorrei condividere con voi un dolce che faccio spesso senza grassi:

La torta allo yogurt,oggi per la ricorrenza potete farla anche a forma di cuore.

In breve;

Questa torta viene fatta senza burro e uova quindi non contiene colesterolo e grassi,è nutriente e  anche ai bimbi piace.

Tenete i vasetti di yogurt,vi serviranno da misurino. Continua a leggere Torta allo yogurt

Pubblicato il

Cena Piemontese Terza parte-Tiramisù alla ricotta

Oggi è sabato e come tutti i week-end mi permetto il dolce,così per voi ho rifatto il Tiramisù alla ricotta per postarvi la ricetta.

L’avrete già visto fare da molti,lo so.ma io come sempre personalizzo ogni cosa che cucino quindi eccovi la mia personalissima ricetta:

  • 2 ova medie
  • 400 gr di ricotta vaccina
  • 100 gr di zucchero
  • 1 pacco/2 di savoiardi
  • caffè (io ne ho fatte 3m oche medie)

 

Continua a leggere Cena Piemontese Terza parte-Tiramisù alla ricotta

Pubblicato il

Cena Piemontese Terza Parte-Il triamisù alla ricotta

Oggi è sabato e come tutti i week-end mi permetto il dolce,così per voi ho rifatto il Tiramisù alla ricotta per postarvi la ricetta.

L’avrete già visto fare da molti,lo so.ma io come sempre personalizzo ogni cosa che cucino quindi eccovi la mia personalissima ricetta:

  • 2 ova medie
  • 400 gr di ricotta vaccina
  • 100 gr di zucchero
  • 1 pacco/2 di savoiardi
  • caffè (io ne ho fatte 3 oche medie)
  • cacao amaro (q.b.)
  • 2 teglie medie(come si vede in foto) o una grande

Dividete i tuorli dagli albumi.

Montate a neve ferma gli albumi con metà della dose di zucchero (50 gr)

Stesso procedimento con i tuorli,lavorati con lo zucchero aggiungendo pian piano la ricotta affinchè non risulta un composto chiaro e spumoso.

Aggiungete gli albumi precedentemente lavorati ed aggiungeteli al composto con i tuorli,mescolate bene ora con un cucchiaio di legno.la crema è pronta!

Preparate ora il tiramisù:

Nel frattempo preparate il caffè,raffreddatelo e cominciate ad intingervi i savoiardi,facendo uno strato orizzontale tanto da ricoprire completamente il fondo della vostra teglia .

Poneteci uno strato abbondante di crema che deve  ricoprire il tutto.

Rifate un altro  strato di savoiardi, e riscoprite il tutto con la crema come fatto precedentemente.

Si possono fare fino a 3 strati,io ne ho fatti 2 in quanto la mia teglia era bassa di altezza.

Coprite il tutto con cacao amaro e vedrete che buono!!Il tiramisù è pronto!
Continua a leggere Cena Piemontese Terza Parte-Il triamisù alla ricotta

Pubblicato il

Cena Piemontese parte 2

Si continua con la Cena Piemontese.

Oggi prolungo  il discorso sul “Bollito”,per questo piatto, (come lo faccio io )uso di solito pezzi come La Pernice, il Muscolo e la Testina.

Ingredienti:

  • Patate (a piacere)
  • Carote(a piacere)
  • Cipolla (1 o 2)
  • Sale
  • chiodi di garofano
  • Foglie di Alloro (2)

 

Ponete le carni in una pentola colma di acqua,e dall’ebollizione il tempo di cottura varia dalle 2 ore e mezza/3,sentite sempre con la forchetta,quando penetra nella carne e sentite che è morbida è pronta.

Le verdure se le fate bollire insieme alla carne solitamente dopo 1 ora sono pronte.

Io non ho molto tempo per stare dietro alle pentola,ho un trucco:la Pentola a pressione.

Con la pentola a pressione il procedimento è lo stesso ma molto più veloce,al fischio abbassate la fiamma al minimo e contate circa 40 minuti e la spegnete,vi verrà ugualmente una carne tenera come il burro, a piacere potete fare cuocere anche le verdure o se non vi piacciono molto cotte,fatele a parte.

Una volta pronto,il bollito và servito caldo condito con olio  d’oliva e sale.accompagnato da maionese o bagnetto.

Vedrete che buono…

Pubblicato il

Cena Piemontese Parte 1

Non sono un granchè di cuoca e nemmeno amo cucinare ma sabato sera la mia cena “piemontese” ha riscosso un figurone.Visto la mia soddisfazione ve la posto:

MENU:

  • Antipasti : Affettati misti tra cui salamino di Varzi,
  • Primo : Agnolotti di carne conditi con sugo allo stufato
  • Secondo :Bollito con contorno di verdure bollite
  • Dolce :  Tiramisù alla ricotta

Il tutto accompagnato da un vino delle nostre parti:Barbera del Monferrto 12 gradi

 

Gli antipasti si spiegano da soli;passiamo subito al primo piatto:

AGNOLOTTI AL SUGO DI STUFATO

Ricetta molto semplice per chi come me non è amante della cucina,rispetto all’originale da me è stata leggermente variata,occorre (4 persone)

  • 300 g di trita di manzo (per stufato)
  • 1 cipolla media
  • 2 carote piccole
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 foglie di alloro
  • vino rosso (1 bicchiere)
  • olio evo
  • 2 chiodi di garofano
  • sale
  • Margarina (50g)

Tritate finemente cipolla e carote ,schiacciate uno spicchio di aglio e fate rosolare il tutto nell ‘olio e la margarina, ponete la carne.

Una volta rosolata leggermente aggiungete tutti gli ingredienti insieme (io ho indicato le dosi a mio piacimento)inserite le foglie di alloro ed irrorate il tutto con vino rosso,salate a gusto, e fate cuocere a fuoco basso per 1 oretta aggiungendo di tanto in tanto un pochino di acqua.

Ponete in una pentola l’acqua per gli agnolotti,una volta giunta ad ebollizione buttateli e fateli cuocere (circa 10 minuti).

Una volta cotti poneteli nella pentola del sugo di stufato e saltateli affinchè siano conditi bene.

Servite al piatto con una spolverata di grana padano e buon appetito!!!!

Ecco a voi il primo piatto Piemontese.

 

 

Pubblicato il

Torta di zucca ricoperta al fondente

Oggi ho voglia di parlare di dolci;dei miei dolci.

In cucina amo essere creativa soprattutto nei piatti che più mi piacciono.

Avevo ancora metà zucca in casa e mi son detta “Perchè non fare una bella torta?!” ma senza tanti grassi,eliminando uova e burro e rendendola più golosa  con una spalmata di fondente.

Ecco l’occorrente:

 

  • 200/250 gr di zucca
  • 150 gr di farina (quella che preferite )io uso la 00″
  • 50 gr circa di margarina vegetale
  • 200 ml di latte parzialmente scremato
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 70/80 gr di zucchero  (va bene sia quello bianco che quello grezzo di canna)
  • cioccolato spalmabile fondente

 

Fate bollire la zucca in modo da togliere la buccia,una volta bollita ponetela nel robot (frullatore)e la tritate.

Aggiungete nello stesso tutti gli altri ingredienti e,man mano che il composto si solidifica aggiungeteci il latte.

Quando il composto è pronto e non molto solido,ponetelo in una teglia a vostro piacimento,di diametro medio e inseritela nel forno a 180° per 30 minuti circa.

Fate la prova “stuzzicadente”quando è pronta sfornatela e ponetela a raffreddare,appena pronta cospargetela di ciocco fondente e….

 

Buon Appetito!!!!