Pubblicato il

Ludoteca,cos’è e com é organnizzata

 

Voglio parlarvi di uno de nostri modi di passare il tempo in inverno :frequentare la Ludoteca!

Frequentiamo da 2 anni la ludoteca della nostra città,ogni Giovedì e Lunedì pomeriggio.

bty

Cos’è la Ludoteca?

Come dice la parola stessa la ludoteca, è un centro dove i bambini possono giocare insieme,condividere migliaia di giocattoli,frequentare le attività proposte dalle maestre e imparare a stare insieme a bambini della stessa età.

Continua a leggere Ludoteca,cos’è e com é organnizzata

Pubblicato il

Milano,la nostra gita al museo Muba,il museo del gioco

 

Oggi vorrei raccontarvi della nostra gita al Museo Muba di Milano.

All’inizio,vi dirò,conoscendo il mio terremoto,ero scettica,ma dopo essere entrata in questo favoloso “museo del gioco”così lo voglio chiamare,ne sono rimasta entusiasta.

Cos’è il Museo Muba ed in cosa consiste?

Muba è un’organizzazione no-profit che insegna ai bambini,attraverso il gioco,a sviluppare i vari sensi ed è adatto ai bambini di ogni età.

Una splendido palazzo antico,situato nella zona centrale di Milano,attorniato da un grandissimo parco immerso nel verde.

All’entrata potete notare il palazzo antico ma allo stesso tempo modernizzato da le varie aree tematiche di gioco in base all’età dei bambini ed un grande salone con una vasta libreria e gadget.

 

Vi dirò;al mio bimbo e a me è piaciuto un sacco ma andiamo nei dettagli;

Come si organizzano i giochi

Noi, essendo un bel gruppo numeroso con bambini di ogni età,siamo stati divisi,proprio perchè i piccoli hanno un modo diverso di giocare dai grandi.

Ci siamo così trovati nel gruppo dai 0 ai 3 anni,la cosa più bella è che il Muba ha creato giochi con materiali di riciclo,quelle cosette che noi ogni giorno buttiamo nella spazzatura come,bottiglie di plastica,contenitori di plastica,materassi riciclati e bucherellati,scarti di stoffa usati per stendere con le mollettine,di tutto un pò ma con materiali riutilizzati,una cosa veramente carina,che da qualche spunto anche per giocare a casa.

Il tutto è al fine di stimolare i sensi dei bambini e la loro creatività.

 

la visita è durata un ora dopodichè ci hanno organizzato uno spettacolo divertente con le lenzuola colorate,per i bimbi, un vero spasso.

Un’altra cosa importante :i ragazzi dello staff sono di una gentilezza e simpatia impagabile.

Per ora non voglio svelarvi altro sennò rovino la sorpresa,se capitate a Milano con i bimbi è da visitare!

Nel sito internet linkato in alto trovate tutte le info inerenti.

Pubblicato il

IL Barattolo della calma

Ciao a tutte mamme,vorrei raccontarvi,spinti dalla curiosità,la creazione del famoso “Barattolo della calma Montessoriano”.

Incuriosita,ho accettato di partecipare ad un laboratorio,organizzato da un asilo nido della nostra città con Denis e di imparare a preparare il Barattolo della calma che oltre ad avere la sua funzione specifica,così dicono,è molto carino anche come soprammobile.

La sua funzione appunto è quella di guardarci dentro e attraverso la sua brillantezza trovare la calma e la tranquillità,si dice appunto che può calmare il pianto dei bambini ed il loro respiro agitato.

Vi dirò che per esperienza personale funziona,al ritorno a casa ha placato le urla di mio figlio che incantato e quasi “ipnotizzato”da brillantini e stelline fluttuanti nel liquido, ha smesso di gridare.

Inoltre è molto carino da osservare e divertente da creare,si può fare in diversi colori,come vedete dalla foto il nostro è su sfondo scuro.

Vi spiego che cosa serve per fare un bellissimo barattolo della calma;

  • un barattolo vuoto(tipo quello per la conserva)
  • acqua calda
  • colla glitter
  • brillantini
  • stelline brillantinate
  • colorante
  • sapone liquido

Si comincia riempiendo,ma non fino all ‘orlo,di acqua calda il barattolo.

Inserite la colla glitter e mescolatela bene bene.

Successivamente inserite il colorante,sceglietene uno di un colore chiaro o scuro a seconda dei vostri gusti e i brillantini anche lì scegliete voi tra i vari colori.Il nostro era fatto con colorante rosso e brillantini dorati.

Mescolate sempre ad ogni aggiunta.

Mettere le stelline a vostro piacimento.

Alla fine inserite un cucchiaio di sapone liquido,per favorire l’effetto “movimento lento”dei brillantini

Il bello di questo laboratorio è che potete sbizzarrirvi con la fantasia e metterci qualsiasi colore alimentando la curiosità dei bambini.

Sarebbe consigliato alla fine di sigillare il tappo con della colla a caldo se potete.

Avrete così ottenuto un barattolo simpatico,originale ed i bambini si saranno divertiti un sacco!!

 

Pubblicato il

Ricicliamo,nuova vita per abitini e giochi usati

giocattoli usati

Ricicliamo,al giorno d’oggi è importante dare una nuova vita a giocattoli e abitini usati in buono stato.

Scrivo questo articolo proprio perchè tempo fà,mentre passeggiavo con Denis,ho notato vicino ai cassonetti della nettezza urbana,dei giocattoli (camion,carrettino in legno con le rotelle e una macchinina da corsa)in buono stato.

Dispiaciuta nei confronti di chi ha commesso quell’azione, li ho portati a casa,lavati e pronti per far parte del divertimento del mio bimbo.Così io ho “Riciclato”

I bambini crescono in fretta,molti vestitini non riusciamo nemmeno ad utilizzarli,altri in buono stato,i giocattoli passano il loro interesse dopo poco tempo e non servono più, per poi finire abbandonati in uno scatolone riposti per secoli in cantine oppure buttati. Continua a leggere Ricicliamo,nuova vita per abitini e giochi usati

Pubblicato il

Giornate di pioggia..come far divertire i bimbi in casa!!

Purtroppo in inverno il brutto tempo è spesso sovrano ,i bimbi annoiati,non si può uscire,non si può andare al parco,così iniziano i “caprcici da noia”,fonte di stress anche per i genitori.

 

Molte volte è capitato,come oggi,da noi giornata piovosa,di stare in casa tutto il giorno e dover pensare a qualcosa di interessante da far fare ai bimbi.

I bimbi hanno sempre molti giocattoli ma dopo poco tempo si stufano e solitamente giocano con le cose più semplici che trovano in casa.

Noi non abbiamo una casa molto spaziosa e quando Denis era piccolo con l’aiuto del suo papà, abbiamo creato una casetta di cartone,ci siamo procurati un grosso cartone ,l’abbiamo ritagliato facendo le finestrelle e la porta,il tetto l’abbiamo creato semplicemente sovrapponendo un coperchio sempre di cartone.

Una volta ritagliate tutte le entrate, porta compresa,sono entrata dentro con lui e abbiamo disegnato all’interno le tende,la cucina gli utensili, ecc…insomma l’abbiamo arredata   facendo volare la fantasia;beh vi devo confessare che mi sono divertita molto anche io.

Un’altro gioco che spesso facciamo in casa  quello di disegnare,Denis preferisce i fogli grandi,poi con pennarelli,biro o pastelli a cera disegniamo e coloriamo tutto ;attenzione solo se vengono lasciati incustoditi i bimbi con pennarelli o rischiate di trovarvi la casa colorata.

Il mio bimbo ama molto fare le costruzioni,non con i suo giocattoli,ma bensì con i barattoli di conserva,me li tira via dal cassetto e fa delle torrette altissime che poi fa cadere.

I girotondi a ritmo di musica divertono sempre,le caccie al tesoro ( si può nascondere un oggetto e poi cercarlo insieme ai bimbi)a loro diverte molto.

Una sfilata di moda con i vestiti e le scarpe di mamma e papà a sottofondo musicale.

Poi cantare,il mio cucciolo ama moltissimo la musica canta e balla ama la musica moderna,e impara subito i ritornelli a modo suo.

I bimbi più grandi amano solitamente giocare a nascondino,fare i puzzle,i giochi di società indicati per ogni fascia d’età e i gioch idi memoria.


Poi perchè no?!se la mamma prepara un dolce potetete farli impastare con voi,oppure fare la pizza,o giocare con la plastilina facendo finta di fare dei dolci e ,a chi piace di più,ingegnarvi e fare dei lavoretti con il das,la pasta modellabile,che poi una volta asciugata si può dipingere con gli acquarelli.

Vi ho dato qualche idea su qualche giochino da fare in casa,che non sporca e non è pericoloso per i bambini,adesso non ci rimane che affrontare questa giornata di pioggia e buon divertimento!!

 

 

Pubblicato il

Parliamo di giocattoli….idee regalo per i bimbi

Ultimamente visito  molto i negozi di giocattoli,essendo mamma,e ho proprio notato che i vecchi giocattoli di una volta ,tra’latro bellissimi,sono tornati di moda…vediamo un pòcosa ci propone il mercato in base alle viarie età:

  • 0-1 anni :é l’età della scoperta tattile e sonora;i pupazzetti di stoffa-carrion sono sempre molto carini e apprezzati dai bimbi,non sono pericolosi in quanto non contengono piccole parti ingeribili,suonano con sonaglietti o molti hanno le melodie da ninna-nanna,ai piccoli piccoli piacciono sempre ed includono anche i babaccetti da appendere alla culla;e molto buoni da ciucciare.

Molto carini ed utili sono anche i vari tappetini da mettere a terra;i bimbi si sentono sicuri e sono attirati dalle fantasie disegnate sopra.

Altrettanto apprezzati i pesciolini in gomma da inserire nella vaschetta durante il bagnetto rendendolo più divertente.

Non parliamo del classico cavallino a dondolo?L’ho sempre adorato ed ancora adesso lo trovo bellissimo  per i bimbi è puro divertimento.

  • 2 – 4 anni  a questa età cominciamo a nutrire interesse verso monopattini,biciclettine,e automobiline cavalcabili.

Vedo molti bimbi conl e biciclettine senza pedali,molto utili per sviluppare l equilibrio e le capacità motorie.

Trenini componibili,in legno in cui i bimbi inseriscono i vari pezzi sviluppando la loro creatività,sono bellissimi colorati e molti hanno la cordina per portarli in giro,a loro piace molto.

I puzzle ad incastro semplici con vari disegni utili ad imparare i colori e le forme,lo xilofono per gli amanti del “sound”,i tracciati con le perline da eseguire i percorsi sviluppando la fantasia,i blocchi per le costruzioni per i più creativi e le bambole di pezza amate dalle bimbe.

Già dai due anni i bimbi amano ascoltare le fiabe e perchè non cominciare con un bel libro delle favole più polari?

  • 3 – 6 anni L’età del gioco per antomasia,il bimbo è ormai dotato di linguaggio e pieno sviluppo motorio,accresce le sue attività ludiche,interagisce insieme agli adulti e sà scegliere il gioco giusto per lui.

Frequentando i posti pieni di bimbi ho notato che a questa età amano molto il gioco della cucina;cucine  molto belle simili alle reali,con pentoline,cibo ecc…i registratori di cassa del supermercato,le bambole,i banchetti da lavoro con i vari attrezzi,le casette in miniatura arredate,il set del medico ecc…

Non mancano mai le costruzioni in legno che sviluppano la fantasia.le biciclette,molto ambite,il primo calendario per imparare i giorni,le date,i mesi.

  • 6-9 anni ;è l’età dell’esperimento,alla personalità di ogni bimbo si aggiungono le diverse inclinazioni che dobbiamo far loro sviluppare per “inseguire”così i loro interessi.

I bambini di questa fascia amano molto costruire e creare,con vari puzzle,costruzioni in legno come casette da creare,i poligoni magnetici “geniali” meglio conosciuti come i Geomag,i vari origami sempre di moda,le bimbe creativa amano molto il gioco dell’Atelier della moda in cui creano vestiti e modelli e i braccialetti con perline da creare.

I più “Tecnologici ” sono attirati dai droni ,questi bellissimi elicotteri telecomandati in grado di emozionare grandi e piccoli.


Non dimentichiamo le biglie,le care vecchie biglie non passano mai di moda,entusiasmano sempre,come d’altronde i puzzle,che ora vengono creati anche per essere tridimensionali.

  • 9- 14 anni è l’epoca della socializzazione,le amicizie divengono decisive,ci si raggruppa si gioca insieme,i giochi di società e i tanto ambiti “videogame”.

Come giochi di società ce ne sono davvero moltissimi e divertentissimi,non tramontano mai la dama,lo scacchi e i vari rompicapo.

Le consolle dei video giochi sono sempre più belle, emozionanti da sembrare quasi reali.

Per gli  amanti della scienza si trovano i microscopi,i telescopi,i velivoli comandati tramite bluetooth e i vari giochi di esperimenti.

Le ragazze più creative amano le macchine da cucire,che si avvicinano molti a quelle vere.

Non parliamo poi dei vari apparecchi elettronici, a quest’età si sà che si comincia a nutrire interesse verso pc,tablet e smartphone.

Come si può notare i “Vecchi” giocattoli  non tramontano, ma  la nuova tecnologia appassiona.